Expo, Sala: “’Venduti 8,5 milioni di biglietti, per la sicurezza duemila telecamere”

expo2015

“Expo – ha detto Il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala durante un forum organizzato dall’ANSA nella sede di Milano e coordinato dal direttore dell’agenzia Luigi Contu – ha già raggiunto, a due mesi dall’apertura, la quota record di 8,5 milioni di biglietti venduti. La spinta decisiva ce l’ha data un servizio del New York Times, che colloca Expo Milano come la prima meta tra i viaggi da fare nel 2015. Oggi siamo a 8,5 milioni di biglietti venduti, a due mesi dall’apertura. Siamo ottimisti. Negli Usa ne sono stati venduti 1 milione, in Argentina 300mila, e grandissima risposta abbiamo dall’Estremo Oriente, Cina su tutti”.
Sala ha spiegato che inizierà il prossimo fine settimana il montaggio dei tornelli di accesso da cui passeranno i 20 milioni di visitatori diretti ad Expo. ”Il lavoro infrastrutturale procede – ha detto il commissario unico – . La nostra attenzione è sulla visitor experience, cioè come si muove la gente, cosa vede”. ”Il prossimo week-end inizieremo a montare i tornelli ai quattro ingressi – ha spiegato -. Stiamo lavorando alle rifiniture, al flusso di persone”.
“Per la sicurezza, si potrà contare su ‘duemila telecamere e una rete metallica di 3,15 metri di protezione, con 600 militari attivi soprattutto di notte: questo il piano-sicurezza che si sta predisponendo per Expo. “Ovviamente abbiamo predisposto anche tutta una serie di controlli in più. Ci stiamo lavorando, saremo pronti. Per esempio, controllo radiogeno a tutti i camion che entrano”. ”Credo che un controllo speciale dovrà esserci il primo maggio”. Il giorno dell’inaugurazione dell’esposizione infatti saranno presenti Capi di Stato di diversi Paesi oltre ai rappresentanti italiani. ”Bisogna capire se ci sarà il presidente della Repubblica o il presidente del Consiglio o entrambi. Abbiamo una serie di Capi di Stato che hanno già manifestato il loro interesse ad esserci – ha aggiunto -. Credo che un controllo speciale dovrà essere fatto e mi pare che il livello di attenzione sia molto legato al Primo maggio”.
“Nel sito di Expo i visitatori potranno ammirare la copia della Madonnina, che la Veneranda Fabbrica del Duomo sta facendo costruire, in un ”percorso che la gente farà salendo leggermente su una scalinata”. ”Abbiamo un ultimo incontro oggi pomeriggio – ha aggiunto Sala- e mi auguro di annunciare la collocazione in settimana. Vorrei annunciarla insieme alla fabbrica del Duomo”. ‘Sono molto contento di questa soluzione – ha concluso Sala -. Più che il simbolo religioso, che è importante, mi pare sia il simbolo di Milano”. Il commissario non ha dato altri dettagli, ha solo smentito che sarà messa al posto del padiglione della Bulgaria, che ha rinunciato alla costruzione. Nonostante questo i padiglioni di singoli Paesi all’Expo di Milano saranno 52, record assoluto per un’esposizione universale.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email