Festa della Donna, il messaggio del presidente Confesercenti Massimo Vivoli

Chi mi conosce sa che non aspetto l’8 marzo per celebrare le donne. Nella mia esperienza di uomo e professionista ho sempre ammirato e valorizzato la loro forza, di madri, di mogli, lavoratrici, professioniste, politiche ed imprenditrici, ruoli spesso svolti contemporaneamente, con tenacia, coraggio e spirito di sacrificio.

Da presidente della Confesercenti, poi ho avuto la possibilità di dare il mio contributo all’impegno della organizzazione per il sostengo e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile. Le donne sono un valore aggiunto, in tutti gli ambiti della politica, dell’economia, della cultura.

Purtroppo esistono ancora discriminazioni sui luoghi di lavoro e, soprattutto, un numero agghiacciante di casi di violenza fisica a danno delle donne. Nessun paese può dirsi civile finchè in esso avvengono manifestazioni di discriminazione e violenza.

Auguro a tutte le donne, a quelle che scelgono di scendere in piazza per manifestare e a quelle che non lo fanno, un futuro senza differenze e violenza. E, soprattutto, auguro a tutte coloro che l’hanno subita, di poter tornare a sorridere, nella speranza e nella convinzione che il futuro sia migliore per loro e per le loro famiglie. Ed, infine, buon 8 marzo agli uomini che non fingono di ricordarsi della donna soltanto oggi.

 

 

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email