Fisco: cartelle ferme fino al 28 febbraio

Sospeso per un altro mese l’invio di 50 milioni di notifiche, tra debiti e avvisi bonari

La Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il decreto legge con la proroga di termini in materia di accertamento, riscossione, adempimenti e versamenti tributari, nonché di modalità di esecuzione delle pene in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Con riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo 2020 al 28 febbraio 2021, derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione.

Sospeso per un altro mese, insomma, l’invio di 50 milioni di notifiche da parte del fisco, tra debiti e avvisi bonari, che si sono accumulati nell’anno del Covid.

Il decreto legge è suscettibile di conversione in legge ordinaria, con eventuali modificazioni, entro il 31 marzo 2021 p.v.
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email