Fisco, debutto per gli Isa: pronti i 175 modelli definitivi

Entreranno nella dichiarazione Redditi 2019

Online i 175 modelli per l’applicazione dei nuovi Indici sintetici di affidabilità fiscale. Gli studi settore cambiano forma e arrivano gli Isa che, misurando attraverso un metodo statistico-economico dati e informazioni relativi a più periodi d’imposta, forniscono una sintesi di valori tramite la quale sarà possibile verificare la normalità e la coerenza della gestione professionale o aziendale dei contribuenti. Il riscontro trasparente della correttezza dei comportamenti fiscali consentirà di individuare i contribuenti che, risultando “affidabili”, avranno accesso a significativi benefici premiali.

Il Fisco rende noto che “i modelli dovranno essere compilati dai contribuenti che nel 2018 hanno esercitato in via prevalente una delle attività soggette agli indici e confluiranno nella dichiarazione Redditi 2019”.

Il provvedimento di approvazione di ieri, 30 gennaio, del direttore dell’Agenzia delle Entrate individua, anche, “i dati da comunicare per il periodo d’imposta 2019”.

Gli indici di affidabilità fiscale riguardano varie attività economiche relative ai comparti commercio, agricoltura, manifattura, servizi e professioni.

L’approvazione dei modelli segue la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (G.U. del 4 gennaio 2019) del decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze che ha approvato l’introduzione di 106 nuovi Isa, dopo i primi 69 introdotti nel marzo 2018.

I modelli approvati oggi dovranno essere trasmessi in via telematica insieme alla dichiarazione dei redditi, direttamente, via Entratel o Fisconline, oppure tramite un intermediario incaricato, secondo le specifiche tecniche che saranno approvate con uno specifico provvedimento.

Con un secondo provvedimento del 30 gennaio vengono inoltre individuate le attività economiche per le quali è prevista la revisione degli Isa applicabili a partire dall’anno 2019. Si tratta di 89 Isa in tutto, da approvare con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze: 31 relativi ad attività economiche del settore del commercio, 25 inerenti a servizi, 18 ad attività professionali e 15 a manifatture.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email