Fismo-Confesercenti Cagliari, saldi: “problema promozioni anticipate, Confesercenti a fianco dei negozianti rispettosi delle regole”

saldianticipatiTantissime le segnalazioni di questi giorni da parte di commercianti che si lamentano del fatto che diverse attività commerciali sia di Cagliari che della zona della ex s.s. 131, come ogni anno, hanno anticipato i saldi “di fine stagione”, comunicandolo con gli sms, con le e-mail e addirittura con il posizionamento dei cartelli nelle vetrine e della pubblicità nei giornali. Raccogliendo e condividendo il malumore di quei commercianti che rispettano in pieno le regole, non possiamo accettare che si continui, anno dopo anno, a non rispettare la LEGGE REGIONALE 18 maggio 2006 n. 5 che recita all’articolo 7:

Le vendite straordinarie, eccetto quelle di liquidazione per cessazione o cessione d’attività, sono vietate nei quaranta giorni antecedenti la data d’inizio delle vendite di fine stagione.

Comprendiamo la forte preoccupazione dei commercianti che provano in tutti i modi a resistere a questa crisi tremenda e possiamo accettare che sporadicamente durante la stagione si promuovano i propri articoli per pochi giorni.

Ma quando diventa una costante e con ritmi frequentissimi, allora si configura una concorrenza sleale nei confronti di chi rispetta le regole.

Abbiamo cercato in tutti i modi di intervenire per far rispettare la legge, ma non c’è stato nulla da fare. Troviamo molto grave che gli organi preposti al controllo non svolgano efficacemente il loro lavoro e permettano l’imbarbarimento della sana competizione imprenditoriale a danno dei tanti commercianti onesti che, nonostante abbiano gravi problemi e necessità di incassare per far fronte agli impegni finanziari, attendono il giorno dei saldi, con il risultato di una diminuzione del potere d’acquisto dei potenziali clienti.

Ci sembra doveroso quindi informare tutti quei negozianti rispettosi delle regole che la Fismo Confesercenti è al loro fianco, ma non ha gli strumenti per impedire questa ripetuta violazione delle regole.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email