Fmi taglia stime crescita Italia allo 0,6% nel 2019. Confermata crescita 0,9% per il 2020

A pesare per il Fondo monetario la domanda interna e i rendimenti dei titoli di Stato

Il Fondo Monetario Internazionale  rivede al ribasso le previsioni sulla crescita economica attesa per  l’Italia nel 2019: l’aggiornamento del World Economic Outlook stima un Pil in crescita dello 0,6%, con un taglio di 0,4 punti rispetto al dato comunicato lo scorso ottobre. Confermata invece per il 2020 una crescita dello 0,9%.

“Alla base della revisione al ribasso, spiega il Fondo, la domanda interna più debole, per via delle preoccupazioni sui titoli pubblici e sui rischi finanziari e l’aumento dei costi di finanziamento, con
un livello di rendimenti di titoli di Stato che resta elevato anche se è sceso dal picco toccato a metà ottobre, dopo l’accordo sul  bilancio raggiunto con la Commissione europea”.

“Si tratta peraltro di un andamento – continua il WEO – che contrasta  on quello dei rendimenti dei principali titoli di stato, con un calo particolarmente forte per quelli di Germania, Usa e Regno Unito”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email