Agevolazioni imprese terremotate del Centro Italia: due nuovi codici tributo

Le aziende beneficiarie sono quelle che, a causa del terremoto, hanno visto ridursi il fatturato del 25% fra il 1° novembre 2016 e il 28 febbraio 2017

Due nuovi codici tributo per quelle imprese che, a causa del terremoto, hanno visto ridursi il fatturato del 25% fra il 1° novembre 2016 e il 28 febbraio 2017, sul corrispondente periodo dell’anno precedente

Ne dà notizia FiscoOggi, il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate che spiega: “con la risoluzione n. 45/E del 19 giugno 2018, via a due nuovi codici tributo, “Z149” e “Z150”, per l’utilizzo in compensazione delle agevolazioni a favore delle imprese, incluse quelle individuali e familiari, e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella Zfu istituita nei comuni delle regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dal terremoto del 2016. L’agevolazione prevede l’esonero del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica.

Come procedere:

I codici consentiranno l’utilizzo in compensazione delle agevolazioni, tramite F24, esclusivamente via Entratel o Fisconline.

Essi vanno riportati nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”.

Se il contribuente deve riversare l’agevolazione, i codici vanno esposti nella colonna “importi a debito versati”.

Nel campo “anno di riferimento” va indicato l’anno d’imposta di riconoscimento dell’agevolazione.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email