Il comparto del turismo unito contro Lufthansa: il cliente deve essere informato

No del settore alla decisione di applicare una fee di 16,00€  sui biglietti acquistati attraverso sistemi di prenotazione diversi da quello del Gruppo.

Ferma opposizione delle sigle del settore della produzione e dell’intermediazione di viaggi e turismo, appartenenti a Confcommercio, Confesercenti e Confindustria, alla recente decisione da parte del Gruppo Lufthansa (Lufthansa, Swiss Air Lines, Austrian Airlines e Brussels Airlines) di applicare una fee di 16,00€  sui biglietti acquistati attraverso i sistemi di prenotazione (GDS) diversi da quello del Gruppo: www.LHgroup-agent-com.

E’ grazie all’utilizzo dei GDS  che l’agenzia di viaggi può confrontare le tariffe aeree esistenti e offrire al cliente le soluzioni migliori. Il canale alternativo di acquisto intermediato dei biglietti del Gruppo Lufthansa, tramite la propria piattaforma, è esente dalla maggiorazione dei 16,00€, ma non consente un’analisi comparativa ed un confronto tra le offerte dei vari vettori aerei.

Ecco perché le Associazioni di categoria hanno deciso insieme di diffondere ai propri associati una locandina da esporre nei punti vendita che spieghi in modo chiaro e trasparente al consumatore  la nuova politica applicata dal Gruppo Lufthansa.

E’ solo una delle azioni che si stanno mettendo in atto per contrastare la scelta unilaterale del Gruppo Lufthansa. Altre azioni sono in fase di studio e di confronto anche aspro verso il Gruppo in ambito nazionale ed europeo.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email