Immobili, Istat: “Dopo 7 anni di calo il 2014 è in ripresa, +1,6%”

Molto bene il quarto trimestre con +4,9%

immobiliare-anama

Dopo sette anni di calo, inversione di tendenza per il mercato immobiliare che chiude il 2014 in positivo, con una crescita dell’1,6% sul 2013, per un totale di 594.431 trasferimenti a titolo oneroso di unità immobiliari.
Il risultato del IV trimestre (168.456 convenzioni, +4,9% sullo stesso trimestre del 2013) – comunica l’Istat – ha contribuito all’andamento positivo dell’anno, così come quelli del primo (+1,3%) e del terzo (+3,7%) mentre nel secondo trimestre si era registrato un calo del 3,1%. Nell’anno, le convenzioni di compravendita di unità immobiliari ad uso abitazione ed accessori (complessivamente 553.324 unità) aumentano dell’1,6%, quelle delle unità immobiliari ad uso economico (37.368) del 3,2%. Nel comparto dell’abitativo ed accessori, la crescita risulta superiore alla media nazionale al Centro (+4,4%) e al Nord-Est (+3,1%).
Il numero delle convenzioni è invece ancora in calo nelle Isole (-1,5%) e al Sud (-0,1%).Nel settore dell’immobiliare ad uso economico tutte le ripartizioni geografiche chiudono l’anno in positivo. Aumenti sensibilmente superiori alla media si registrano al Centro (+8,1%) e nelle Isole (+7,0%), mentre il Nord-Ovest (+1,9%), il Sud (+1,6%) e il Nord-Est (+1,4%) reagiscono alla crisi con più lentezza.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email