Istat, migliorano prospettive mondiali, stabile fiducia Italia

Le prospettive economiche internazionali sono in graduale miglioramento. E’ quanto scrive l’Istat nella nota mensile di gennaio, ricordando che nel quarto trimestre, il Pil cinese e quello degli Stati Uniti hanno entrambi segnato un aumento rispetto ai tre mesi precedenti. Nello stesso periodo, il Pil dell’area euro è diminuito, sintetizzando andamenti eterogenei tra paesi, con flessioni dell’attività sia in Francia sia in Italia e incrementi in Germania e Spagna.

Per quanto riguarda in particolare il nostro Paese, a gennaio gli indici di fiducia hanno segnato una sostanziale stabilizzazione delle aspettative: al lieve calo della fiducia dei consumatori, sottolinea l’Istat, si è accompagnato un moderato aumento di quella delle imprese. L’Istituto ricorda quindi che a dicembre, è proseguita la fase di debolezza della produzione industriale. Indicazioni complessivamente positive si registrano invece per gli ordinativi esteri e le esportazioni. Il mercato del lavoro, sempre a dicembre, ha mostrato decisi segnali negativi, con un calo congiunturale dell’occupazione e un aumento della disoccupazione e dell’inattività, interrompendo il processo di recupero dei mesi precedenti. In diminuzione le ore pro capite effettivamente lavorate nella settimana. 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email