Jobs Act, Trichet: “Da riforma più crescita e occupati”

Da Bce scelte eccellenti ma non può sostituirsi a governi

”Avete un potenziale di crescita che aspetta solo di potersi esprimere. Il primo ministro fa bene ad accelerare sulla riforma del mercato del lavoro: potrebbe finalmente incoraggiare lo sviluppo delle imprese e dell’ occupazione”. Così Jean-Claude Trichet, ex presidente della Bce, in un’intervista a Repubblica in cui plaude inoltre all’operato di Mario Draghi. ”Il rischio deflazione non si confermerà a medio termine. La Bce è stata estremamente attiva e le ultime decisioni del consiglio dei Governatori sotto la presidenza di Mario Draghi sono state eccellenti”, dice Trichet. “Tuttavia la Bce non può fare tutto. Inoltre, non può sostituirsi ai governi. Sono gli esecutivi nazionali che devono portare avanti le riforme strutturali senza perdere tempo”.
“Sulla flessibilità, mi pare che il lassismo finanziario introdotto negli anni 2003 e 2004 ci sia già costato molto. Abbiamo pagato tutti: italiani, greci, spagnoli, ma anche francesi”, osserva Trichet. ”Bisogna assolutamente continuare a far ordine nei nostri conti per mantenere una credibilità davanti ai mercati finanziari” conclude.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email