fbpx

Lavoro: crescono i nuovi contratti, +92mila a marzo. Più di 31mila le assunzioni a tempo indeterminato


I dati del Minitero del Lavoro. Il Presidente Mattarella: dati iniziali ma confortanti, incoraggiano la fiducia

giovani_lavoro_disoccupazione

Nel mese di marzo il numero di attivazioni di nuovi contratti di lavoro e’ pari a 641.572. Il numero di cessazioni di rapporti di lavoro e’ stato pari a 549.273. Secondo i dati forniti dal ministero del Lavoro (Sistema Informativo delle Comunicazioni Obbligatorie) dunque il saldo e’ in attivo per oltre 92.000 unita’ (92.299). Si registra inoltre un aumento di oltre 31.000 unita’ di posti fissi.

Riguardo alle attivazioni infatti, 162.498 sono contratti a tempo indeterminato (contro i 108.647 di marzo 2014), 381.234 sono contratti a tempo determinato (395.000 nello stesso mese del 2014), 16.844 sono contratti di apprendistato (21.037 nel 2014), 36.460 sono collaborazioni e 44.536 sono le forme di lavoro classificate nella voce “altro”. Riguardo invece alle cessazioni, 131.128 sono a tempo indeterminato, 310.566 a tempo determinato, 14.953 sono contratti di apprendistato, 46.173 sono collaborazioni e 46.453 sono le forme di lavoro classificate nella voce “altro”.

Nel mese di marzo sono state 40.034 le trasformazioni di rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti a tempo indeterminato, erano 22.116 nello stesso periodo del 2014.

“Sono dati confortanti, naturalmente sono ancora dati iniziali da prendere tutti con cautela. Pero’ sono dati che cominciano a essere confortanti e incoraggiano la fiducia”. Questo il commento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai nuovi dati sui livelli occupazionali.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email