fbpx

Manovra: Confesercenti, bene emendamento su microcredito, è sostegno alla ripartenza delle PMI


Le modifiche alla disciplina del microcredito sono un’ottima notizia per le imprese: l’allargamento della platea dei beneficiari e l’innalzamento delle soglie di operatività permetteranno a più piccole e medie attività di accedere a questo tipo di finanziamenti.
Così Confesercenti commenta l’approvazione in Commissione Bilancio dell’emendamento presentato da Fratelli d’Italia che include le SRL tra i soggetti beneficiari e alza da 40 a 75mila euro l’importo massimo dei finanziamenti.
Per le imprese, in particolare quelle micro e piccole, riuscire ad ottenere credito è diventato un esercizio arduo: dal 2017 ad oggi mancano all’appello per le MPMI 50 miliardi. Anche dopo la pandemia, soprattutto per le attività di dimensioni minori, l’accesso al credito è rimasto molto difficile: per queste, la possibilità di poter utilizzare il canale del microcredito costituisce un sostegno concreto alla ripartenza, indispensabile in particolare in questa fase purtroppo ancora difficile.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email