Milleproroghe: tra emendamenti Governo anche norma su pensioni

La misura è contenuta in un emendamento presentato in commissione Affari costituzionali al Senato

Milleproroghe: recupero conguagli pensioni 2015 slitta al 2018 I pensionati non dovranno restituire le somme percepite in più nel 2015, almeno fino al 2018. Slitta quindi di un altro anno il conguaglio, che sarebbe dovuto scattare nel 2017, da applicare agli assegni che due anni fa, per colpa dell’inflazione che è cresciuta meno rispetto a quanto previsto, sono stati rivalutati in modo troppo generoso.

La misura è contenuta in un emendamento al decreto legge Milleproroghe, presentato dal Governo in commissione Affari costituzionali al Senato. Le nuove proposte di modifica presentate sono quattro. Le votazioni riprenderanno invece la prossima settimana.

Il Governo corregge anche la misura, già contenuta nel decreto legge, che sposta al 2018 il termine per la riforma della struttura delle componenti tariffarie del sistema elettrico, che si applica ai clienti non domestici, abrogando le norme pregresse. Viene inoltre modificato  il criterio d’imposizione, per calcolare il prelievo, che passa da  ”un’aliquota della componente della tariffa elettrica pari a 0,015  centesimi di euro per ogni kilowattora consumato” ad ”aliquote della tariffa elettrica per un gettito complessivo pari a 0,015 centesimi di euro per ogni kilowattora prelevato dalle reti pubbliche con obbligo  di connessione di terzi”.

Altra novità, firmata dall’esecutivo, riguarda la proroga del periodo transitorio per l’applicazione da parte degli intermediari finanziari del regime in materia di bilanci d’impresa e bilanci consolidati. In particolare si stabilisce che i soggetti ”possono applicare, ai fini del bilancio dell’impresa e del bilancio consolidato relativi agli esercizi chiusi o in corso al 31 dicembre 2016 e al 31 dicembre 2017, le disposizioni relative agli intermediari non Ifrs”.

Infine viene prorogato al 30 settembre di quest’anno il contratto di programma 2012-2014 tra lo Stato e Rfi.

Leggi le Altre notizie

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email