Moody’s taglia le stime di crescita del Pil italiano

L’agenzia di rating le ha riviste dall’1,5% all’1,2% per il 2018 e dall’1,2% all’1,1% per il 2019

L’agenzia di rating Moody’s ha abbassato le stime di crescita del Pil italiano dall’1,5% all’1,2% per il 2018 e dall’1,2% all’1,1% per il 2019, a causa, si legge nell’aggiornamento del ‘Global macro outlook 2018-2019’ di uno “slancio inferiore alle attese manifestato dall’economia, nel secondo trimestre del 2018”.

Secondo l’agenzia, l’economia globale “resta solida” ma potrebbe aver raggiunto “il suo picco”, anche perché, avverte “le tensioni commerciali degli Usa con la Cina peggioreranno quest’anno, pesando sulla crescita globale nel 2019”.

Infine Moody’s rileva anche che le principali economie dell’area euro, tranne l’Italia, stanno crescendo a un ritmo sostenuto.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email