Fisco / Ocse: Italia quinta per pressione fiscale, nel 2013 al 42,6%

Il 27% del gettito generato dall’Irpef

pressione_fiscaleIn Italia la pressione fiscale, misurata come rapporto tra entrate fiscali e Pil, nel 2013 è lievemente calata rispetto all’anno precedente, dal 42,7% al 42,6%, ma resta superiore a quella registrata nel 2000, che era del 40,6%. Lo riferisce un rapporto Ocse, che colloca il nostro Paese al quinto posto per livello di pressione fiscale tra gli Stati per cui sono disponibili i dati dello scorso anno. Più in dettaglio, le entrate fiscali italiane sono costituite al 27% da proventi delle imposte sul reddito delle persone fisiche, al 7% da tasse sui profitti delle aziende, al 30% dai contributi sociali e previdenziali, al 6% dalle tasse sulla proprietà, al 26% dalle tasse sui consumi di beni e servizi e per il 4% da altri provvedimenti fiscali.

Il paese dell’Ocse con la pressione fiscale piu’ elevata in rapporto al Pil e’ risultato nel 2012 la Danimarca, con il 48,6%, seguita da Francia (45%) e Belgio (44,6%), mentre l’Italia si colloca al sesto posto con il 42,6% per poi salire nel 2013. E’ quanto risulta dal rapporto dell’Ocse ‘Revenue Statistics’. In fondo alla classifica si collocano il Messico (19,7%), il Cile (20,2%), la Corea del Sud (24,3%) e gli Usa (25,4%).

Il maggior incremento della pressione fiscale nel periodo dal 2007 al 2013 si e’ registrato in Turchia (dal 24,1% al 29,3%). Altri tre paesi (Finlandia, Francia e Grecia) hanno registrato in tali anni un aumento della pressione fiscale in rapporto al Pil pari a oltre 2,5 punti percentuali. Il paese dove, nello stesso periodo, le tasse sono calate di piu’ e’ stato Israele (dal 34,7% nel 2007 al 30,5% nel 2013). Israele e’ inoltre uno dei tre membri dell’Ocse, insieme a Islanda e Spagna, dove la pressione fiscale rimane di oltre tre punti inferiore ai livelli registrati prima della crisi del 2007.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email