Ocse: “Pil Italia 2013 unico negativo dei G7”

europa-unita

 

Le stime mostrano un calo dell’1,8%

Nelle sue previsioni aggiornate l’Ocse conferma la stima di una contrazione del Pil italiano dell’1,8% nel 2013: il dato italiano è l’unico tra i Paesi del G7 ad essere negativo per l’anno in corso. La situazione del nostro Paese però, secondo quanto mostrano le previsioni Ocse, dovrebbe progressivamente migliorare nel corso dell’anno: nel primo trimestre, la contrazione del Pil rispetto ai tre mesi precedenti è stata del 2,2% (dato annualizzato) e nel secondo dell’1%, ma nel terzo e quarto trimestre il ritmo di contrazione si ridurrà rispettivamente allo 0,4% e 0,3%.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email