Pil, Istat: “Nel 2012 cala soprattutto al Sud (-2,8%)”

In Italia – 2,4%, – 2,1% nord ovest, nel Mezzogiono occupazione -1,4%

Il Pil nel 2012 è diminuito del 2,4% in media in Italia con percentuali più alte al Sud (-2,8%) e più contenute al Nord Ovest (-2,1%). E’ quanto rileva l’Istat, sottolineando che al Centro il Pil è diminuito, invece, del 2,3% mentre nel Nord Est è arretrato del 2,4%. Al Sud, inoltre, si è registrato un calo del 3,4% nell’agricoltura, del 5% nell’industria e dell’1,8% nei servizi. L’occupazione,  infine, è diminuita, al Sud, dell’1,4% a fronte dell’1,1% della media nazionale (-0,8% al Nord Est, -1% al Centro e nel Nord Ovest).

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email