Presidenza della Fiesa Regionale d’Abruzzo e Molise: garantire alle imprese del Settore Alimentare professionalità e rappresentanza

La Presidenza della Fiesa Regionale d’Abruzzo e Molise, riunita il 23 novembre a Chieti, ha rimarcato che il Settore Alimentare, rappresentata da Fiesa Confesercenti, ha un evidente ruolo centrale nella distribuzione a garanzia della qualità, della tipicità e della tradizione con l’intento di qualificare il mercato con azioni di promozione e valorizzazione dei prodotti a garanzia delle scelte dei consumatori. Ha anche riconfermato il suo impegno alla sensibilizzazione dei propri associati circa la necessità di rendere compatibili le dinamiche di mercato con i benefici del prezzo alla distribuzione. Inoltre, l’Associazione ha ribadito che intende proseguire con la sua azione tendente ad ampliare ulteriormente la profondità degli assortimenti alimentari, inserendo prodotti diversificati e inseriti nel contesto di una sana alimentazione.
La Presidenza della Fiesa Regionale d’Abruzzo e Molise ha rilevato la necessità di tener conto del mercato globale con una esigenza di risposta fatta di nuove tecnologie informatiche e di azioni di internazionalizzazione.
Per raggiungere questi obiettivi strategici, la Presidenza della Fiesa Regionale d’Abruzzo e Molise intende rafforzare il sistema associativo promuovendo le adesioni delle imprese per garantire un sistema equilibrato di rappresentanza e dotandosi di strumenti idonei e utili al perseguimento delle finalità associative e di quelle che gli imprenditori sollecitano. Per questo ha deliberato, tra l’altro, la costituzione di un Consorzio di Imprese Interregionale (Area Centro Sud) con lo scopo di aggregare l’esperienza e la professionalità di aziende che operano nel Settore Alimentare per poter proporre al mercato attività qualificate. In sostanza, secondo la Presidenza della Fiesa Regionale Abruzzo e Molise, tali attività dovrebbero essere quelle riconducibili ai servizi, a lavori e forniture, a studi e ricerche, a progetti di promozione e valorizzazione, alla formazione professionalizzante e formazione continua, all’assistenza legale e commerciale, ai rapporti con gli Enti locali. Tutto questo potrebbe essere utile per meglio traghettare le imprese consorziate nel mercato globale con maggiore consapevolezza e responsabilità derivanti dall’operare in forma aggregata.
La Presidenza della Fiesa Regionale d’Abruzzo e Molise ha deciso di collegare queste attività al sistema della bilateralità e la sanità integrativa per poter cogliere le opportunità che gli stessi Enti bilaterali e Fondi sanitari offrono. È logico che tutto ciò richiede che questi servizi siano affidati a un Consorzio in grado di assicurarne il completo espletamento secondo criteri e modalità condivisi.

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email