Prezzi, Confesercenti: “disinflazione da bassi consumi, evitare aumento Iva”

“Il calo dei consumi continua a frenare l’inflazione. Nonostante il leggero rimbalzo di agosto sul mese precedente, infatti, siamo in piena disinflazione, con un tasso annuale che si è attestato sui minimi dal 2009. E’ il segnale di come sia ancora debole la domanda interna” . Così, in una nota, l’Ufficio economico Confesercenti commenta i dati sui prezzi diffusi oggi dall’Istat. “Diventa sempre più necessario, quindi, sciogliere il nodo dell’aumento dell’aliquota IVA che scatterà il primo ottobre: secondo i nostri calcoli l’incremento dell’imposta porterà ad un’ulteriore contrazione – nell’ordine di 3 miliardi – dei consumi delle famiglie. Su questo tema, a proposito del quale abbiamo sentito dichiarazioni contrastanti, serve chiarezza. Per Confesercenti la strada da percorre è una sola: derubricare definitivamente l’aumento”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email