Prezzo dei carburanti: il peso di accise e IVA è esorbitante. Intervista a Rai Economia del Presidente Martino Landi

landi_martino3Nonostante il crollo del costo del petrolio, i prezzi della benzina in Italia si mostrano particolarmente rapidi nello scendere: più che la condotta delle compagnie petrolifere, a gravare in maniera decisamente pesante sui prezzi alla pompa sono soprattutto le accise e l’IVA. Esiste ancora la convinzione che al ribasso del barile debba necessariamente corrispondere una significativa, quando non addirittura pari, riduzione del prezzo alla pompa, come ci illustra Martino Landi, Presidente Faib – Federazione Autonoma Italiana Benzinai, facente parte della Confesercenti. E’ evidente che in questa convinzione gioca un ruolo fondamentale la sottovalutazione del peso delle accise e dell’IVA sulla formazione del prezzo finale. Occorre infatti prima di tutto tenere in evidenza il dato dell’incomprimibilità di alcune voci della componente dei costi della benzina e del gasolio…Continua

Fonte: “Rai Economia”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email