Sapori Segreti al via, l’enogastronomia innovativa a Roma dal 30 novembre al 2 dicembre

La Presidente De Luise all’inaugurazione: “Facciamo squadra per  mettere in mostra le nostre eccellenze”

Si è aperta questa mattina con il taglio ufficiale del nastro la prima edizione di Sapori Segreti, l’evento più innovativo in materia di enogastronomia e turismo. in programma al Palazzo dei Congressi fino al 2 dicembre

Per questo importante appuntamento, questa mattina al Palazzo dei Congressi si sono dati appuntamento la presidente di Confesercenti, Patrizia de Luise, e l’assessore allo Sviluppo economico e alle attività produttive della Regione Lazio, Paolo Orneli, che insieme hanno visitato il villaggio che ospita gli oltre 70 espositori e i 100 brand accomunati dalla grande attenzione per la sostenibilità, la tecnologia e la creatività.

Ed è proprio intorno a queste tre parole d’ordine che si snoda il festival che fino al due dicembre offrirà ad imprese, addetti del settore ma anche semplici appassionati di vivere il connubio fra enogastronomia ed accoglienza.

Connubio declinato fra cooking show, organizzati dallo Chef Troiani; laboratori per bambini, per far conoscere la cultura del cibo sano; un area dedicata al gelato; un bosco dei tartufi, vero paradiso per gli appassionati; e perfino una mostra dedicata a Leonardo Da Vinci, massimo esempio di tecnologia e creatività. Senza dimenticare i grandi chef italiani che si esibiranno nei diversi show cooking organizzato in una speciale cucina realizzata all’interno del Palazzo dei Congressi: Maurizio La Serva, del Ristorante due stelle Michelin La Trota di Rivodutri, Daniele Usai, del ristorante Il Tino a Fiumicino, 1 stella Michelin; e Daniele Lippi, una stella Michelin per il Ristorante Acquolina di Roma. Il tutto reso possibile grazie al sostegno dei partner come il Centro Agroalimentare Romano, @typica; Bormioli; Canù; Cova; Eventi di Cartone; Santabona; Siver; e TopKitchen.

“Oggi inauguriamo il numero zero di questo evento dedicato alla cultura e ai saperi della nostra creatività italiana in campo agroalimentare. Il tutto seguendo tre parole d’ordine: tecnologia, sostenibilità e creatività. Concetti fondamentali perché mettono in luce nostra capacità di saper fare”. Così la presidente di Confesercenti, Patrizia de Luise, in occasione dell’inaugurazione di Sapori Segreti. Un evento fortemente voluto da Cft eventi e che, come ricordato dalla presidente “è tutto ecosostenibile. Una cosa molto importante specie in questo momento particolare in cui l’attenzione al clima deve essere fondamentale. Qui – ha concluso – facciamo squadra per mettere in mostra il made in Italy, fondamentale per le imprese e per l’economia turistica”.

“Il vostro è a tutti gli effetti un evento di filiera. Si perché per noi la filiera va intesa in modo largo, dal lavoratore agricolo fino al consumatore. Ecco perché è importante valorizzare anche il segmento che è più a contatto con i cittadini, come i pubblici esercizi. È proprio in questi luoghi che le nostre eccellenze entrano in scena, vengono apprezzate e messe in mostra”. Questo uno dei passaggi del messaggio inviato dal ministro per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, in occasione dell’apertura di Sapori Segreti. “Sono convinta – ha aggiunto il ministro – che i vostri lavori saranno da stimolo alla crescita di tutto l’agroalimentare italiano.
Parliamo di una delle voci più importanti della nostra economia, dobbiamo esserne consapevoli. Le parole d’ordine sulle quali avete basato l’evento sono il nostro lavoro quotidiano: sostenibilità, tecnologia, creatività. In tre parole Made in Italy agroalimentare”. Per il ministro “oggi la sostenibilità è una premessa se vogliamo guardare al futuro e affrontare la crisi climatica in atto. E la sostenibilità o è ambientale, sociale ed economica o non è. In questo l’innovazione ha un ruolo centrale perché tecnologia ed ecologia non sono in conflitto, anzi sono due elementi essenziale del nuovo modello di sviluppo. La creatività, poi, consente di enfatizzare l’identità, di valorizzare le differenze, di stupire. È forse il tratto più tipicamente italiano.Ecco perché ritengo che il vostro evento sia di assoluto rilievo”, ha concluso.

Per la vicepresidente della commissione Cultura e Turismo della Regione Lazio, Marta Leonori, quella che si è aperta oggi è “una manifestazione importante che partendo dalle eccellenze della ristorazione e delle professioni, unite all’intervento delle nuove tecnologie e delle nuove frontiere della ristorazione, mette a sistema i professionisti del settore. L’augurio – ha concluso – è che le istituzioni possano incentivare questi percorsi di sviluppo anche con uno sguardo a ciò che avviene negli altri paesi”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email