Turismo, Assohotel sostiene emendamento su taglio Irap per imprese stagionali

Donati: “Auspichiamo che il parlamento ponga fine ad una discriminazione”“Siamo perfettamente d’accordo sul contenuto dell’emendamento presentato dal gruppo PD alla Camera che prevede il taglio dell’Irap anche per le imprese che occupano lavoratori stagionali”. E’ quanto ha affermato Filippo Donati, Presidente di Assohotel Confesercenti, al termine di un incontro pubblico sul tema del turismo e cultura organizzato nelle Marche.
“Il recente DdL di Stabilità – ha sottolineato – prevede la deduzione completa dalla base imponibile Irap del costo del lavoro. Una deduzione valida solo per il personale dipendente con contratto a tempo indeterminato. A nostro parere a questo beneficio devono poter accedere anche le imprese che, per caratteristiche strutturali della loro attività, sono nelle condizioni di assumere periodicamente personale dipendente con contratto a tempo determinato. E’ questo il caso tipico delle attività che operano nel settore turistico, caratterizzato, come ampiamente noto, da elevati aspetti di stagionalità”.
Secondo le stime su dati Istat di Assohotel Confesercenti, presentate tra l’altro in occasioni del recente Forum sul Turismo Europeo a Napoli, i lavoratori stagionali nel settore turistico sono circa 300.000 e se si considera un utilizzo complessivo per circa sei mesi l’anno, il beneficio che ne deriverebbe alle aziende, dalla deduzione sul costo del lavoro per questa tipologia di occupati, sarebbe di circa 80milioni di euro.
“Ci auguriamo che il Parlamento accolga questo provvedimento – ha concluso Donati – che rappresenta il giusto rimedio verso una vera e propria discriminazione nei confronti di tutte le imprese turistiche stagionali che, per caratteristiche aziendali, sono costrette a ricorrere al contratto a termine, evitando di danneggiare ulteriormente un settore strategico, competitivo ed  in molti casi considerato una fondamentale risorsa per l’occupazione e la prosperità di un territorio”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email