Turismo, il tetto all’uso del contante non si applicherà a chi ha residenza all’estero

Approvato in Senato un emendamento al DL competitività. Previsto voto della Camera entro la pausa estiva.

tetto-uso-contanteGli stranieri e i turisti non avranno più limiti all’uso del contante in Italia, secondo le leggi del nostro Paese, ma dovranno attenersi al tetto stabilito dai diversi Paesi in cui si ha la residenza. La modifica potrebbe essere attiva già da metà d’agosto, quando  quando il decreto competitività sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale,  ma prima il testo dovrà esser licenziato definitivamente anche da Montecitorio entro la pausa estiva (il provvedimento infatti scade il 22 agosto). Per ora è stato approvato dal Senato superando il voto di fiducia, con le opposizioni che sono uscite dall’aula creando qualche rischio sulla presenza del numero legale raggiunto per un soffio. Tra le molte modifiche apportate nel suo iter nelle commissioni di Palazzo Madama, il provvedimento ‘ingloba’ questo emendamento con cui si eliminano i limiti per l’uso del contante per i cittadini stranieri.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email