Commercio: Devasini confermato alla Presidenza di Unerbe-Confesercenti. Concorrenza, normativa antiquata e scarsa competitività i problemi del settore

devasini_maurizio_grandeMaurizio Devasini e’ stato confermato oggi, nel corso dell’Assemblea Elettiva, alla Presidenza Nazionale di Unerbe-Confesercenti, mentre alla Presidenza dell’Organizzazione di Roma e’ stato nominato Paolo Ospici, titolare delle più antiche erboristerie della capitale.
Intervenendo ai lavori dell’Assemblea, Devasini ha sottolineato i problemi e le urgenze del settore, a cominciare dalla questione normativa. “Oltre ai problemi legati alla crisi economica, alla difficoltà di accesso al credito, al peso del fisco – ha sottolineato – abbiamo a che fare con una Legge ferma al 1931 che non e’ in grado di accompagnare le esigenze di questo settore”. Un problema poi aggravato dalla continua promulgazione, a livello europeo, di regolamenti che rendono ancora più complicata la gestione e spesso la sopravvivenza delle imprese italiane.
Altro nodo è poi quello della concorrenza da parte dei settori affini e della grande distribuzione con politiche dei prezzi troppo aggressive. “E’ una guerra – ha detto Devasini – che le nostre imprese sono costrette a combattere in una posizione di grande svantaggio per la dimensione e per lo scarso potere contrattuale che impediscono un livello sufficiente di competitività”.
“Al Governo – ha concluso il Presidente di Unerbe – chiediamo maggiore attenzione nei confronti del settore, per aiutare le imprese consolidate e soprattutto per sostenere le più giovani, soprattutto nella fase di start up”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email