Decreto Milleproroghe / Rete Imprese Italia: “Soddisfatti per attenzione a PMi e autonomi, accolte molte nostre proposte”

Il Presidente di turno Vaccarino: “importante trovare una soluzione ragionevole sulla questione dei patronati, serve proroga”

“Siamo soddisfatti per il recepimento nel Decreto Milleproroghe di numerose misure a favore delle Pmi e del lavoro autonomo da noi chieste espressamente”. Lo dichiara Daniele Vaccarino, presidente di Rete Imprese Italia.

“Si tratta, in particolare, delle proroghe – continua – all’adeguamento sulla normativa anti-incendi, all’aggiornamento del libretto di centrale degli impianti termici, all’entrata in vigore delle sanzioni Sistri, alla restituzione dei finanziamenti ottenuti dalle imprese terremotate nel 2012 per il pagamento di tasse e contributi, alla presentazione della relazione di idoneità tecnico/organizzativa dei Caf. Positivo, inoltre, risulta il raddoppio dell’importo contrattuale anticipato all’appaltatore, che non risolve però i problemi provocati dallo split payment, e lo stop all’aumento dei contributi per le partite Iva”.

“Purtroppo – sottolinea Vaccarino – dobbiamo constatare con disappunto che è stata concessa la proroga dei contratti di solidarietà soltanto alle grandi imprese. Chiederemo con forza al Governo, quindi, di rivedere questa discriminazione verso le piccole imprese e di tornare sui propri passi. Così come – conclude – è importante trovare una soluzione ragionevole sulla questione dei patronati. Serve una proroga, come è stato già stabilito nel caso dei Caf, per permettere agli istituti di adeguarsi alla nuova normativa”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email