Fiesa e Ministero della Pubblica Istruzione: firmato oggi il Protocollo alternanza scuola lavoro

E’ stato firmato oggi presso la sede del Ministero della Pubblica Istruzione il Protocollo d’Intesa per favorire l’alternanza scuola lavoro, ai sensi della Legge 107/2015.
Ad appore la firma le delegazioni di Fiesa Confesercenti, guidata dal Vice Presidente Raffaele Viggiani, e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, guidata dalla Dottoressa Carmela Palumbo.
La sottoscrizione del Protocollo d’Intesa avviene dopo un lungo ed articolato confronto tra le parti e rientra tra le finalità istituzionali del MIUR che si richiama alla diffusione di forme di apprendimento basato sul lavoro di alta qualità, che è al cuore delle più recenti indicazioni europee in materia di istruzione. Dall’altra parte tale indicazione incrocia le scelte del programma di lavoro della Federazione per avvicinare le nuove generazioni alle delicate e complesse professioni dell’alimentazione, tema sempre più attuale nel dibattito pubblico contemporaneo.
L’accordo, fortemente voluto dagli operatori di Fiesa, è volta a rafforzare la promozione del potenziamento dell’offerta formativa delle scuole italiane, attraverso la realizzazione di percorsi in alternanza scuola-lavoro – destinati agli studenti frequentanti il terzo, il quarto e il quinto anno di Istituti Tecnici, Professionali e Licei. Una platea di grande importanza che potenzialmente si rivolge a tantissimi studenti in Italia. Il Protocollo vuole assicurare l’acquisizione di conoscenze professionali e lo sviluppo di competenze di base per il conseguimento di profili spendibili nel mercato del lavoro e sempre più richiesti.
Per Fiesa la firma del documento si pone all’interno di una strategia mirata a favorire il passaggio generazionale nelle PMI alimentari, su un versante di rinnovata professionalizzazione e forte innovazione.
“La firma di oggi – ha dichiarato Raffaele Viggiani, Vice Presidente Fiesa Confesercenti – è importante sia per mettere  i ragazzi a conoscenze delle nostre competenze sia per le nostre aziende, che storicamente soffrono di un ricambio generazionale, a confrontarsi con visioni moderne e di nuove modalità operative e tendenze alimentari. E’ un risultato cui annettiamo grande importanza, che auspichiamo possano essere promosse a livello nazionale dalle nostre strutture territoriali  a favore delle aziende.”

Leggi qui le altre notizie Dalle Categorie —> https://www.confesercenti.it/blog/archivi/dalle-categorie/

Galleria fotografica

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email