Lavoro, governo pronto a fiducia

Il premier: “Su dl attuativi saremo rapidissimi”

”Siamo pronti a mettere la fiducia se serve, non è detto che ce ne sia bisogno, lo vedremo nei prossimi giorni. A ieri sembrava non ci fosse bisogno, staremo a vedere”, spiega Renzi. ”Certo siamo pronti sui decreti attuativi, quindi nei trenta giorni successivi saremo rapidissimi sui decreti attuativi”, assicura il premier. Quanto al Jobs Act, insiste, ”non è una cosa che toglie i diritti ai lavoratori, ma che dà diritti a chi non ne ha mai avuti. ”Stanno dicendo che il Jobs Act toglierà diritto ai lavoratori”, ma il Jobs Act, rimarca ancora Renzi, ”è il modo per tentare finalmente di uscire dalla logica della rendita che i soliti noti hanno tenuto da parte e per provare a investire sul futuro”.
”Stiamo cercando di dire a chi crea posti di lavoro dal primo gennaio del prossimo anno, se tu assumi una persona a tempo indeterminato hai uno sconto fiscale e i contributi li paga lo Stato. Io voglio provare a rimettere in moto la macchina a cui hanno scaricato la batteria perché l’han tenuta accesa con la chiave inserita nel quadro, ora bisogna riaccendere la batteria perché la macchina Italia funziona bene. Solo la stanchezza e il pessimismo di chi non ci crede più può bloccare l’Italia, io ci credo e vado avanti nonostante le polemiche, a testa alta”, dice ancora Renzi.

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email