Terremoto, trema il nord Italia. Magnitudo 5.2, epicentro Massa Carrara

Vigili del fuoco e protezione civile al lavoro per verificare danni a persone e a cose

sisma_toscana_21_6_13

.

Torna l’incubo del terremoto nel Nord Italia. La terra ha tremato in Emilia, Toscana, Lombardia, Piemonte e Liguria per 13 scosse – la prima, di magnitudo 5.2, alle 12.33 – con epicentro a 2 km da Fivizzano, in provincia di Massa Carrara. La profondità è di 10 chilometri. Momenti di paura fra le popolazioni interessate e in molti si sono riversati nelle strade. Una persona è rimasta ferita a Postella. A Fivizzano e Casole Lunigiana alcune abitazioni hanno riportato danni con crolli parziali e caduta di porzioni di tetto. Una frana ha isolato l’abitato di Equi Terme nel comune di Fivizzano in Lunigiana. Ma non si registrano né danni gravi, né richieste di soccorso. Evacuata Piazza Affari. Squadre di vigili delle zone più vicine all’epicentro sono al lavoro per verificare direttamente la situazione. Anche la Protezione Civile ha fatto sapere che sono in corso verifiche sulla situazione. Il sisma dell’Aquila fu di Magnitudo 6.3, e quello in Emilia di 5.9.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email